Ośrodek Postulatorski Chrystusowców
Czcigodny Sługa Boży kard. August Hlond

Czcigodny Sługa Boży kard. August Hlond

(1881-1948)
kardynał; w latach 1926-1948;
Prymas Polski
Założyciel Towarzystwa Chrystusowego; salezjanin

1939-1945

Le primat de Pologne cardinal Hlond au cardinal Maglione.

Lourdes, 19 septembre 1942.
(A.E.S. 6682/42, orig.)

Hlond demande des nouvelles plus complèles sur la mort de l'auxiliaire de Vladislavia, Kozal, a Dachau.

Ricevo dalla Germania un'informazione, secondo la quale sarebbe morto settimane fa nel campo di concentramento di Dachau S. E. Mons. Michele Kozal, ausiliare del Vescovo di Wloclawek. Non potendo io ottenere altri particolari su questa nuova perdita subita dall'Episcopato polacco, mi prendo la libertà di pregare devotamente l'Eminenza Vostra di voler per bontà farsi dare le precisazioni opportune sul decesso di questo Vescovo, il quale edificava tutti colle sue virtù non ordinarie ed aveva ricevuto la consacrazione episcopale solamente un mese prima dell'invasione della Polonia. Sorpreso dalla guerra a Wloclawek, S. E. Mons. Kozal vi divenne il centro morale della cittadinanza e fece tanto bene, che il generale tedesco, che aveva occupato quella città, venne personalmente a ringraziarlo. Ma appena venuta la Gestapo, questa lo arrestò tra i primi e dapprima lo rinchiuse nell'antica cappella del seminario, ove il Vescovo dormiva sul nudo pavimento, poi lo tenne qualche tempo nella prigione ed infine lo isolò per vari mesi con un'ottantina di sacerdoti nella casa salesiana di Lad. Di là venne trasferito a Dachau, ove aumentò il numero dei tanti martiri polacchi, all'età di anni 49.

Coi monsignori Nowowiejski e Wetmariski di s. m. S. Ecc. Monsignor Kozal è il terzo vescovo polacco morto per la Fede in quei luoghi di fame, supplizi e sterminio. C'è peraltro da temere, che da un giorno all'altro giunga anche da Sachsenhausen la triste novella sulla morte di S. E. Monsignor Goral, al quale, nonostante continue brighe, non si riesce a far pervenire nulla che ne possa sorreggere la salute prima sì florida ed ora ormai infranta.

E intanto la propaganda hitleriana continua ad assicurare il mondo cattolico, che in Polonia la religione gode piena libertà e che la Santa Sede non ha nulla a osservare sulle condizioni ecclesiastiche createvi dall'occupazione. Ancora ultimamente un ottimo e distinto Prelato francese voleva persuadermene ed alle mie osservazioni non aveva che la candida replica, sì caratteristica per i tempi d'oggigiorno: «Non può essere, perché se fosse così, il nostro Maresciallo non collaborerebbe con Hitler!» La protratta dissimulazione dei delitti nazisti induce le coscienze in un fatale errore, il quale un giorno può causare una pericolosa scossa della Fede.

Voglia scusare, Eminenza, queste righe noiose e gradisca i sensi della mia profonda venerazione, con cui umilmente Le bacio le mani1.

------------------

1 Note du card. Maglione sur la lettre: «prego mostrarla al Santo Padre». Mgr Tardini y ajouta après: «V. S. P. » [visto Santo Padre].


Druk: Actes et documentes du Saint Siège relatifs à la seconde guerre mondiale.
Vol. 3. Le Saint Siège et la situation religieuse en Pologne
et dans les Pays Baltes 1939-1945,
Città del Vaticano 1967, s. 641-642.

Drukuj cofnij odsłon: 1599 aktualizowano: 2012-03-09 15:41 Do góry

projektowanie stron www szczecin, design, strony dla parafii

OŚRODEK POSTULATORSKI TOWARZYSTWA CHRYSTUSOWEGO

ul. Panny Marii 4, 60-962 Poznań, tel. (61) 64 72 100, 2018 © Wszelkie Prawa Zastrzeżone