Ośrodek Postulatorski Chrystusowców
Czcigodny Sługa Boży kard. August Hlond

Czcigodny Sługa Boży kard. August Hlond

(1881-1948)
kardynał; w latach 1926-1948;
Prymas Polski
Założyciel Towarzystwa Chrystusowego; salezjanin

1939-1945

Le primat de Pologne cardinal Hlond au chargé d afiaires Bertoli a Vichy.

Lourdes, 2 septembre 1941.
(A.E.S. 7082/41, orig.)

Le cardinal Hlond a e'crit a un prétre polonais dememant aux USA. La lettre a été lue en public et considérée offénsante pour l'Allemagne. La correspondance du Cardinal sera controlée.

Ieri fu a farmi visita il prefetto del dipartamento di Tarbes, il signor Le Gentil, il quale in confidenza mi comunicò il contenuto di una lettera del Ministero degli Affari Esteri di Vichy a mio riguardo. Da questa lettera risulta, che l'ambasciatore hitleriano a Parigi Abetz1 portò alla conoscenza del governo francese il fatto, che una mia lettera indirizzata nel mese di febbraio u. se. al sac. Tommaso Reginek della diocesi di Katowice, esule a South Bend, Ind. negli Stati Uniti, lettera contenente anche delle notizie sulle condizioni della vita in Polonia, sia stata letta durante gli uffici religiosi nella chiesa polacca di quella città e poi pubblicata in un giornale polacco americano. L'ambasciatore Abetz chiama questa lettera «un message» nocivo all'opinione germanica e domanda che il governo francese mi proibisca di scrivere all'estero, permettendomi al più la corrispondenza di carattere familiare, corrispondenza però controllata rigorosamente dalla prefettura di Tarbes e quindi inviata solamente per mezzo di questo tramite ufficiale. Il Prefetto mi chiese le informazioni sul caso onde fare le opportune proposte al suo Governo.

Informai il mio interlocutore:

1) non trattarsi di un messaggio, ma di lettera affatto privata, anzi di una risposta all'invio di intenzioni di Messe per i sacerdoti polacchi profughi in Francia; siccome il sac. Reginek mi aveva chiesto le notizie della Polonia, accennai in poche parole allo stato lamentevole, che notoriamente continua a gravarvi sulla nazione e sulla Chiesa;

2) il ricevente non ebbe alcuna autorizzazione a pubblicare la lettera; Io fece senza chiedermene il permesso e fu in ciò meno che corretto;

3) le notizie sulla Polonia sono esatte, ormai note al mondo e purtroppo non riflettono che una minima parte dei delitti di ogni genere che si stanno compiendo nella mia patria.

In quanto alla domanda dell'ambasciatore Abetz mi permisi di notare, che non potrei rassegnarmi al controllo postale da lui voluto non avendo tale misura nessun fondamento ne nell'esistente stato giuridico ne nella entità dell'incidente. Sono molto riconoscente alla Francia dell'ospitalità trovata qui nel mio esilio e cercherò di evitare quello, che possa creare difficoltà al Governo, ma prego di non dare corso alle esagerate pretese dell'occupante.

Stimo mio dovere d'informare di ciò la Nunziatura Apostolica, sperando che essa non abbia ad avere delle noie a causa di questo affare, il quale realmente non ha l'importanza che l'ambasciatore Abetz vorrebbe dargli.

------------------

1 Otto Abetz, ambassadeur du Reich dans les territoires frangais occupés, 1940-1944 (Dictionnaire diplomatique, vol. V, p. 11).


Druk: Actes et documentes du Saint Siège relatifs à la seconde guerre mondiale.
Vol. 3*. Le Saint Siège et la situation religieuse en Pologne
et dans les Pays Baltes 1939-1945,
Città del Vaticano 1967, s. 444-445.

Drukuj cofnij odsłon: 1355 aktualizowano: 2012-03-09 17:28 Do góry

projektowanie stron www szczecin, design, strony dla parafii

OŚRODEK POSTULATORSKI TOWARZYSTWA CHRYSTUSOWEGO

ul. Panny Marii 4, 60-962 Poznań, tel. (61) 64 72 100, 2018 © Wszelkie Prawa Zastrzeżone